Nastri di acciaio per molle (inossidabile) 1.4310

Nell'ambito dei nastri di acciaio inossidabile per molle, trattiamo prevalentemente il materiale num. 1.4310, disponibile in rotoli o tagliato a misura in barre raddrizzate o in lamiera .
 
La nostra specialità sta nello stoccaggio di nastri larghi (prevalentemente di 300 mm) in una gran varietà di spessori e resistenze alla trazione.
Garantiamo l'approvvigionamento di nastri con uno spessore superiore ai 0,50 mm anche sotto forma di barra raddrizzata (o fogli) di circa 2000 x 300 mm.
 
 

Sigla materiale X10CrNi18-8 (prima: X12CrNi17-7)
Numero materiale 1.4310 (somigliante AISI 301)
Scheda tecnica scheda tecnica nastri di acciaio per molle 1.4310 (Pdf)
Norma di qualità UNI EN 10151
Standard dimensionali UNI EN ISO 9445
Dimensioni Larghezza: da 1,0 a 300,0 mm, nastri più larghi su richiesta
Spessore: da 0,025 a 3,00 mm, nastri più sottili su richiesta
Tipo di confezioni Nastro o nastro avvolto su barre raddrizzate (fogli)
Finitura dei bordi Tagliati o arrotondati (smussati)
Resistenze alla trazione (Rm): Da 1100 a 1900 N/mm², carichi rottura più bassi o più bassi disponibili su richiesta per quantitativi superiori ai 1000 kg
Finitura speciale 2H: incrudito e brillante
Informazioni
  • Gli acciai che seguono questa norma hanno un contenuto di cromo minimo di 16 % e un contenuto di nichel di almeno 6 %.
  • X10CrNi18-8 è un acciaio austenitico la cui resistenza è ottenuta tramite laminatura a freddo.
  • Il materiale si presta in modo ottimale per la produzione di molle e raggiunge i massimi valori di resistenza alla trazione.
  • Saldabile
  • Buon grado di permeabilità magnetica, a seconda delle condizioni

Qui troverete informazioni sul modulo E
Qui troverete informazioni sulla facilità di piegatura
 
Per le linee guida sulla conversione della resistenza alla trazione in durezza Rockwell o Vickers fare clic qui

Trattamento termico
  • In seguito alla trasformazione in molla, è possibile aumentare la resistenza mediante un trattamento termico
  • Il trattamento termico elimina anche le tensioni di lavorazione causate dalla trasformazione in molla.
  • La raccomandazione secondo DIN sul trattamento termico prevede un rinvenimento a 250°C per 24 ore o a 450°C per 30 minuti, seguito da raffreddamento, entrambe le procedure con l'impiego di aria
  • La temperatura massima di utilizzo è compresa tra i 120 °C e i 250 °C, in funzione del carico meccanico.